Come Gestire una Relazione Virtuale su Facebook

28 Novembre 2019 Off Di Stefano Mesti

Tra la miriade di contatti nuovi favoriti dai social network, non è raro instaurare legami virtuali che piano piano diventano un flirt e con il passare del tempo anche un sentimento forte e vero. Ma come regolarsi quando la sintonia nasce e corre sul web?

FLIRTARE EQUIVALE A DIVERTIRSI
Flirtare su un social network è divertente. Può fare bene a livello mentale, ma bisogna affrontare un’esperienza del genere con un certo stato d’animo. Un’amicizia amorosa nata online va incanalata in un giusto binario, si deve avere la voglia di ricevere piccole conferme o lusinghe, sapere tenersi alla larga da qualsiasi coinvolgimento emotivo. Non bisogna investire né pretendere.

NON È TUTTO VIRTUALE
Si deve fare attenzione a non cadere in una trappola: quella che porta a pensare “Tanto è tutto virtuale” e a prendere sottogamba il legame in corso. Le relazioni online non sono meno coinvolgenti o importanti di quelle reali. Anche se manca la componente fisica, l’investimento emotivo può rivelarsi vero e importante. Così come reali saranno la delusione o la sensazione di tradimento.

IL GIOCO È BELLO QUANDO DURA POCO
Per far rimanere sul piano del gioco un’amicizia nata su un social network, a un certo punto, bisogna fermarsi. Le emozioni non si frenano a lungo, prima o poi il coinvolgimento arriva e addio gioco. Molti invece pensano di avere tutto sotto controllo, vanno avanti e arrivano al coinvolgimento con le delusioni del caso.

CONFIDENZE NON VOGLIONO DIRE INTESA
Non è necessariamente vero che quando uno dei due racconta molto di sé vuol dire che sia veramente interessato. Spesso si tratta di una trappola, anche perché non sappiamo dove finisca la verità e inizi la menzogna. Certo, parlare a cuore aperto attraverso un pc è più semplice, ma non vuol dire che ci sia intesa. Inoltre c’è chi strumentalizza le confidenze, usandole per colpire, per conquistare, ma anche per manipolare.

L’ORA DEL FACCIA A FACCIA
Dopo del tempo passato a flirtare in rete e a dichiararsi i reciproci sentimenti arriva l’ora di incontrarsi. Se l’altro/a prende ancora tempo c’è qualcosa che non va. Comunque il primo incontro deve avvenire in un luogo pubblico, in mezzo alla gente, per evitare pericoli. Non si sa mai chi ci sia dall’altra parte.