Pause in Ufficio e Produttività

28 Dicembre 2019 Off Di Stefano Mesti

Che si mettano un po’ d’accordo… C’è chi sostiene che andare a zonzo per il Web durante le ore d’ufficio sia solo una perdita di tempo e chi invece lo considera un vero toccasana per le performance lavorative.

Secondo uno studio condotto dall’Università di Singapore, concedersi ogni tanto un po’ di sano cyberloafing – termine tecnico che sta per “prendersi una pausa web in ufficio” – aiuterebbe a ricaricare le batterie quando la stanchezza mentale inizia a farsi sentire. Fare quattro salti sul Web, insomma, sarebbe più salutare e rigenerante del solito break per mandare sms, chiacchierare con i colleghi e soprattutto usare la posta elettronica personale (assolutamente da evitare).

Ne sono convinti i ricercatori Don J.Q. Chen e Vivien K.G. Lim che hanno esposto i risultati del loro esperimento all’annuale meeting dell’Academy of Management a San Antonio (California). Il test ha coinvolto 96 cavie distribuite a caso in tre gruppi. Tutti hanno passato i primi 20 minuti svolgendo la stessa attività, ossia evidenziando alcune lettere in un testo di 3.500 parole. Al termine del compito, una distrazione di dieci minuti: un gruppo è stato messo a fare un noioso lavoro manuale, un altro è stato mandato in pausa ma senza Internet, e l’ultimo spedito a fare un’incursione sul web.

Volete sapere com’è andata a finire? A tutti è stato riproposto un testo da evidenziare, ovviamente con lettere diverse, e il gruppo Internet si è dimostrato più produttivo del 16% rispetto a quello che aveva passato la pausa chiacchierando o scrivendo sms, e più performante del 39% rispetto a quello messo ai lavori forzati.

Se vi manca Internet in ufficio, non vi resta che provare a convincere la vostra azienda ad effettuare dei test come quelli di Singapore e sperare di ottenere gli stessi risultati,